Amo il sale della terra, | amo il sale della vita, | amo il sale dell’amore, | amo il sale che c’è in te. Rino Gaetano Di quel sale mattutino che tu prendi in riva al mare, | di quel sale che a pensarci ti vien voglia di pensare. Rino Gaetano Tu proverai sì come sa di sale | lo pane altrui, e come è duro calle | lo scen-dere ‘l salir per l’altrui scale. Dante Alighieri Una vita tutta dolcezza sarebbe insulsa; il sale è amaro, se preso da solo, ma quando è gustato nella pietanza, dà sapore alla carne. Le difficoltà sono il sale della vita. Robert Baden-Powell Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e cal-pestato dagli uomini. Gesù, Discorso della Montagna Se ben da mangiar tu vuoi dare all’animale, ti raccomando di non dimenticarti il sale. Il diavolo offre sempre pietanze senza sale. Bisogna far lo sciocco per non pagar il sale. Chi fa male, guadagna un carro di sale, e chi fa bene guadagna un carro di fieno. Dal mare sale, e dalla donna male. Olio, aceto, pepe e sale, sarebbe buono uno stivale. Prima di scegliere l’amico bisogna averci mangiato sale sett’anni. Quando uno ha mangiato salato, non può più mangiare senza sale.” Proverbio africano Con l’olio ed il sale, si fa buono anche uno stivale. “Porta il sale quando l’uovo è stato mangiato” Proverbio olandese - pone in rilievo l’importanza di portare aiuto prima che sia troppo tardi Uovo senza sale, non fa né bene, né male. Dev’esserci qualcosa di insolitamente sacro nel sale, se è contenuto nelle nostre lacrime e nel mare! Khalil Gibran I sali esistono nel mare in quantità considerevole, professore, e se voleste estrarli tutti otterreste una massa di quattro milioni e mezzo di leghe al cubo, che gettate sulla terra formerebbero uno strato di oltre dieci metri di altezza. E non crediate che la loro presenza sia dovuta a un capriccio della natura! No, no. Rendono meno esplorabili le acque marine, impedi-scono al vento di assorbire una quantità eccessiva di vapori, i quali tra- sformandosi sommergerebbero le zone temperate.” Jules Verne “Il troppo salato è il peggior difetto delle vivande.” Pellegrino Artusi “Porta male versare il sale, ma al contrario gettato dietro le spalle serve per scacciare le streghe e allontanare i malefici di origine magica. Nell’Ita-lia contadina spesso si ricorreva al minerale per impedire alle streghe di varcare la soglia di casa durante la notte. Le perfide megere si sarebbero messe a contare i grani di sale perdendo la cognizione del tempo fino a farsi sorprendere dal sopraggiungere dell’alba. Sembra, inoltre, che ba-stasse pronunciare la parola sale per sciogliere d’incanto il sabba delle streghe e che durante questi raduni diabolici si consumassero vere e pro-prie orge alimentari, oltre che sessuali, ma che il cibo fosse rigorosamente insipido. Al punto che cucinare senza sale poteva costare ad una donna distratta l’accusa di stregoneria.” Marino Niola, Si fa presto a dire cotto: un antropologo in cucina “Una trasgressione alle regole della cucina caratterizza nell’immaginario la donna strega: la preparazione di cibo senza sale. Già nel mondo romano questo ingrediente è considerato sacro, connesso all’immortalità degli dèi, e anche nella cultura cristiana esso conserva uno statuto magico-sacrale. Nel folklore mediterraneo, soprattutto italiano, si ritiene che il sale sia aborrito dalle streghe e possa dunque scongiurare fatture e malie. Da cui l’uso apotropaico di spargere sale e, in generale, le precauzioni che cir-condano il passaggio della saliera tra i commensali.” Il sorriso è alla bellezza, quello che il sale è alle vivande. Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 L’infanzia è il sale della terra. Perda il proprio sapore, e il mondo sarà in poco tempo solo putrefazione e cancrena. George Bernanos, Il Signor Ouine, 194 verso il successo, 1922 L’amore è una cinciallegra che vola e non riesci a fermarla, nemmeno a metterle il sale sulla coda. Dacia Maraini Dentro le parole, 2006 Meglio essere abbandonati da venti amanti che giacere in un letto senza amore, meglio una pagnotta bagnata di lacrime, che pane asciutto e senza sale. Dorothy Parker La ragazza che fischia, 1928 La varietà è il sale dell’amore. Helen Rowland, Reflections of a Bachelor Girls, 1909 Ottimista. Uno che non avendo sale nella zucca lo cerca disperatamente nella vita. Voi siete il sale della terra; ma se il sale perdesse il sapore, con che cosa lo si potrà render salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e cal-pestato dagli uomini. Gesù di Nazareth, in Vangelo secondo Matteo